Tutte le attività produttive devono essere sostenibili , cioè lavorare bene pensando al domani, rispettando l’Ambiente, i Consumatori e la Comunità, comportandosi correttamente nell’interesse generale. Essere sostenibili cambia radicalmente paradigma economico; crea opportunità di crescita a prova di futuro, apre alle relazioni con le grandi Imprese, agevola l’innovazione che garantisce la competitività, genera l’amichevole trasparenza che gratifica i Consumatori.

Comitas.it, in collaborazione con ConsumerLab.it, accompagna le Micro-Piccole Imprese a impegnarsi per uno sviluppo sostenibile, qualificando la loro gestione con lo speciale sigillo

 Amo Sostenibile ; per questo scopo lancia la Campagna Amo Sostenibile; l’informazione è affidata alla Guida sul Mercato Domani, utile per illustrare cos’è in pratica la sostenibilità, l’effetto indotto su produzione e consumo, i vantaggi da cogliere.

L’impresa riceve gratuitamente la Guida e lo schema operativo con le fasi per attuare il percorso che rende l’attività produttiva sostenibile; l’obiettivo è conquistare un’immagine più efficace e un ruolo più responsabile nel mercato, più innovativo, che favorisce scelte consapevoli ai Consumatori.

Una volta ricevuta la Guida e compilato lo schema operativo, l’Impresa otterrà, sempre gratuitamente, il rilascio del sigillo Amo Sostenibile, da esporre nella sede e/o nei prodotti, per mettere in evidenza la scelta di innovarsi con un percorso di sostenibilità. 

PROCEDURA

L’Impresa che intende avviare il percorso di economia sostenibile, si impegna a realizzare le 15 prestazioni indicate nello schema attuativo che segue, valutando autonomamente i tempi che ritiene compatibili con i propri programmi di gestione.

L’impegno in pratica consiste nel valutare, tenere sotto controllo e migliorare ognuna delle prestazioni indicate nello schema. Il miglioramento dovrà essere costante e continuo.

– 9 prestazioni obiettivo del primo anno, 

– 12 prestazioni obiettivo del secondo anno, 9 dell’anno precedente più 3, 

15 prestazioni obiettivo del terzo anno,  12 dell’anno precedente più 3.

L’Impresa che prende impegno a realizzare le 15 prestazioni indicate nello schema può fregiarsi del sigillo Amo Sostenibile e avvia il miglioramento necessario per rispettare l’Ambiente, i Consumatori e la Comunità; comportandosi correttamente nell’interesse generale.

I Consumatori trovando il sigillo potranno orientare le loro scelte, riconoscendo più valore all’Impresa che si è impegnata per uno sviluppo sostenibile. 

Comitas.it, in collaborazione con ConsumerLab.it, fornisce alle Imprese assistenza continua per rendere concreto ed efficace l’evoluzione del percorso verso l’economia sostenibile e concretizza l’utilità del sigillo presso i Consumatori.

SCHEMA ATTUATIVO

  • risparmio energetico e idrico, esempio:  evitare illuminazioni sfarzose e accecanti, utilizzare i led, riscaldamento e raffreddamento moderati, non dimenticare acqua corrente, non rilasciare liquidi di produzione/pulizia in fogna.
  • mitigazione delle emissioni aeree e acustiche, esempio: evita combustioni di plastica e carbone, preferisci riscaldamento a gas e meglio elettrico, passa alla mobilità elettrica, sottofondi musicali moderati, macchinari possibilmente silenziati.
  • raccolta differenziata, esempio: non utilizzare la raccolta domestica, segui i circuiti autorizzati separando almeno carta/cartone, vetro, metalli/alluminio, plastica …
  • lotta agli sprechi, esempio: non gettare quanto riutilizzabile o recuperabile, tratta prodotti senza obsolescenza programmata, impiega materiali ove possibile riciclati, limita gli imballaggi di plastica allo stretto necessario.
  • pubblicità onesta, veritiera, comprensibile, esempio: descrivi prodotti/servizi con obiettività e realismo, senza promettere risultati impossibili o effetti mirabolanti, adotta la massima semplicità narrativa, una pubblicità discreta ed elegante accresce la reputazione.
  • lealtà per la soddisfazione del Consumatore, esempio: il Consumatore è la tua ricchezza, non tradirlo per un ingiusto profitto, il Consumatore ha sempre ragione se lo puoi accontentare, talvolta anche senza guadagnare, evita ogni aggressività.
  • composizione bonaria, extragiudiziale, delle controversie, esempio: evita tassativamente di scendere a vie legali, conviene sempre tentare la conciliazione, un Consumatore a cui hai dato ragione anche senza merito, diventa fedele.
  • altruismo, generosità solidale e non discriminazione dei Consumatori, esempio: cerca di dimostrare che hai un occhio di riguardo con le fasce deboli e svantaggiate della popolazione, anche impegnandoti in attività benefiche e sponsorizzazioni di attività del terzo settore.
  • rispetto della privacy, esempio: il rispetto dei dati personali che raccogli dimostra inequivocabilmente la tua serietà, evita azioni promozionali invadenti nei riguardi di chi non è interessato.
  • ottimizzazione rapporto prezzo-qualità, esempio: il profitto è sacrosanto, occorre che sia giusto e corrisponda puntualmente al valore reale del prodotto/servizio.
  • prodotti e servizi aggiornati, esempio: non proporre fondi di magazzino e beni superati da versioni aggiornate senza chiarirlo al Consumatore, evidenziando il vantaggio che comporta, come sconti o facilitazioni.
  • rifiuto delle contraffazioni, esempio: rispetta il lavoro degli altri come vuoi che venga rispettato il tuo; vendere beni tarocchi nuoce al mercato e, anche se il cliente appare soddisfatto, nuoce anche alla tua reputazione e alla trasparenza della tua immagine.
  • benessere dei dipendenti, esempio: i tuoi dipendenti, come i tuoi clienti, sono il vero valore della tua Impresa, mantieni rapporti cordiali e franchi senza familiarizzare eccessivamente, senza venir meno alla parola data, premiando il merito, rimanendo pronto alla comprensione dei bisogni.
  • salute e sicurezza di produzione e lavoro, , esempio: alla base del benessere dei dipendenti è la sicurezza dell’ambiente di lavoro e della modalità produttiva, troppi incidenti macchiamo il mondo del lavoro, un incidente penalizza la tua reputazione e la trasparenza della tua immagine.
  • rapporti trasparenti con le Istituzioni e le Comunità locali, esempio: rispetta i regolamenti e rimani nei limiti delle autorizzazioni che impegnano l’attività; una sanzione, anche meno grave, penalizza la tua reputazione e la trasparenza della tua immagine.